#GELATOSENZASEGRETI

Quante calorie ha un gelato confezionato e quali sono i meno calorici?

A tutti piace il gelato: soprattutto quando le temperature cominciano ad alzarsi, la tentazione di affondare il cucchiaino in una coppetta di gelato o di concedersi un goloso stecco è davvero forte! I più attenti, però, si chiederanno di sicuro quante calorie ha un gelato confezionato e quali siano i gelati meno calorici, in modo da potersi concedere questo sfizio qualche volta di più.

I valori nutrizionali del gelato confezionato
Il gelato confezionato è un alimento equilibrato dal punto di vista nutrizionale e prodotto in maniera da risultare assolutamente sicuro dal punto di vista igienico.
“È prodotto con latte, uova, zucchero, con aggiunta di caffè, cacao o frutta, tutti alimenti con buon valore nutrizionale – spiega la Prof.ssa Silvia Migliaccio, Segretario della Società Italiana di Alimentazione – Mangiando per esempio, un gelato alle creme, si introducono proteine di alto valore biologico, grassi di qualità, glucidi a rapido assorbimento e a pronta disponibilità energetica come lattosio e saccarosio. Ma apporta anche vitamine, A e B2, e sali minerali, come calcio e fosforo. Se poi aggiungiamo un paio di cialde o un biscotto, che sono a base di cereali, la composizione nutrizionale del pasto si arricchisce di carboidrati complessi come l’amido. Il gelato contiene anche liquidi: non disseta rapidamente come l’acqua ma idrata”.

Quante calorie hanno i gelati confezionati?
Capire quante calorie hanno i gelati confezionati è molto semplice: ognuno di loro riporta sull’etichetta in maniera molto chiara le calorie contenute e i valori nutrizionali, in modo che ognuno di noi possa scegliere il prodotto più adatto alle proprie esigenze.
Possiamo comunque dire in linea generale che gli ingredienti principali del gelato di solito sono latte, zucchero e uova, a cui vengono aggiunti altri ingredienti: sono proprio questi a fare la differenza sia dal punto di vista dal sapore che da quello calorico. Sempre parlando in via generale, il gelato più ricco di grassi è quello alla panna, che risulta quindi anche più calorico. Altri ingredienti in grado di alzare il numero di calorie per ogni boccone del nostro gelato sono cialde, coni e biscotti, cioccolato e frutta secca. Quest’ultima, però, apporta grassi “di buona qualità” e se assunta con moderazione non solo non fa male, ma aiuta anche a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo.

Quali sono i gelati con meno calorie?
La tipologia di gelato confezionato che contiene meno calorie è di sicuro il ghiacciolo, un prodotto a base principalmente di acqua, zucchero e succo di frutta. In media fornisce circa 50 calorie a porzione e può quindi essere una pausa rinfrescante durante la stagione estiva e nelle giornate particolarmente calde. Anche i gelati alla frutta e i sorbetti, pur contenendo spesso latte o yogurt per renderli più cremosi, hanno un apporto calorico abbastanza ridotto: in media possono essere circa 70 calorie a porzione. Il conto calorico sale con coppette e stecchi più elaborati. La Prof.ssa Silvia Migliaccio ci ricorda che una pallina di gelato pesa circa 40 grammi e che l’apporto calorico di 100 grammi di questo alimento può variare dalle 140 alle 300 calorie. I gusti più calorici sono sicuramente nocciola, crema e cioccolato.

Gelato e dieta, cosa sapere
Anche chi è a dieta può concedersi un gelato confezionato di tanto in tanto, l’importante è che questo sgarro sia inserito nel giusto contesto e concordato con il professionista che ci segue.

“Il gelato non deve essere “criminalizzato” – spiega la Prof.ssa Silvia Migliaccio – è un alimento che ha molte qualità, e che, anche psicologicamente, aiuta ad affrontare meglio una dieta ipocalorica. L’importante è consumarlo come alternativa ad un pasto e non in aggiunta al primo e al secondo piatto. È importante scegliere il formato e la tipologia adatti alla situazione di consumo: meglio optare per un formato meno calorico – da 100/150 calorie – per lo snack di metà mattina o metà pomeriggio, mentre se lo si consuma in sostituzione del pasto, è preferibile sceglierne uno da 200 g, che apporta circa 350-400 calorie, oppure accostandolo ad una macedonia di frutta per ottenere un pasto completo, gustoso e sano”.

Il gelato confezionato è quindi una sana aggiunta alla nostra alimentazione, a patto di ricordarci di scegliere il più adatto alla nostra situazione e di consumarlo con moderazione.